alpe pianspessa generoso fotomengani 48
IMG_1669
DSC_2215
2020.05.27_Roccolo_Pianspessa-6
Pianspessa mattino e Costa

La Fondazione Pianspessa

La Fondazione Pianspessa nasce dalla volontà di creare un ente dedito all’attuazione del Progetto di paesaggio di Pianspessa. Il progetto, elaborato in collaborazione con la Sezione dello sviluppo territoriale e la Sezione dell’agricoltura, mira a promuovere il recupero del patrimonio culturale, paesaggistico ed ambientale del promontorio di Pianspessa, ubicato a ridosso dei comuni di Breggia e di Castel San Pietro, in Valle di Muggio. 

Incastonato nel vasto comprensorio del monte Generoso,  il podere di Pianspessa si contraddistingue per la presenza di numerosi elementi naturalistici, architettonici e paesaggistici di grande valore. Sui suoi dolci pendii si trovano molteplici testimonianze che attestano in modo esemplare l’importante interazione fra l’uomo, la natura, il clima e le strutture sociali susseguitesi nel tempo. Secoli di attività umana hanno infatti plasmato il territorio lasciandoci in eredità manufatti ed elementi dall’alto valore estetico e naturalistico ma soprattutto di grande valenza culturale e storica.
Il progetto di recupero di questo importante paesaggio culturale si propone innanzitutto di ripristinare l’attività agricola tradizionale sull’intero comparto salvaguardando i prati ed i pascoli dall’imboschimento e dall’erosione del terreno, e di restaurare le costruzioni presenti  insediandovi nuove attività agricole, didattiche e turistiche che permettano di preservare l’area e di restituirla alla pubblica fruibilità.

Forte dell’esperienza maturata grazie al progetto paesaggio di Pianspessa, la Fondazione desira inoltre farsi promotrice di interventi analoghi in altri luoghi di pregio della regione del Mendrisiotto. Scopo ultimo della fondazione è la difesa del patrimonio ambientale, storico, culturale e paesaggistico, e la valorizzazione della natura, dell’ambiente e delle loro componenti agricole. La Fondazione intende adoperarsi per promuove ogni azione diretta alla tutela, conservazione e recupero dei beni presenti nella regione del Mendrisiotto e degli ambienti che con essi abbiano attinenza. Cardini del suo agire sono una metodologia interdisciplinare e l'attuazione di interventi tesi all’innovazione e alla sostenibilità.